Il Massaggio Riflessopodalico, è uno un ottimo strumento per disintossicare l’intestino, tramite sia un’evacuazione facilitata, sia la rimozione di eventuali fermentazioni.

Anche l’attivazione di quei processi fisiologici, che fanno riprendere all’intestino l’eliminazione dei batteri cattivi, a vantaggio di quelli positivi.

Quando l’Intestino è soggetto ai classici disagi intestinali, quali Stipsi, Diarrea, Dissenteria, Colon Irritabile ecc… diventa difficile l’assimilazione dei nutrienti e quindi avere l’energia necessaria per affrontare la giornata.

Ti spiegherò il perché vengano questi disturbi, quali sono i benefici, come si svolge un trattamento, e quando è bene usare la Riflessologia Podalica per situazioni del genere.

Mentre se hai problemi Intestinali come per esempio Meteorismo e Costipazione, o qualunque altro disagio, e vuoi provare a cercare sollievo, qui puoi trovare un Riflessologo Plantare Milano.

Riflessologia, breve introduzione

La Riflessologia dei Piedi (La Guida Completa alla Riflessologia) è un’arte di cura naturale molto antica, le cui origini risalgono certamente alle prime civiltà, quando l’uomo non aveva mezzi tecnologici e la natura era l’unica cosa a disposizione.

Le prime tracce si rinvengono nell’antico Egitto, nel sito archeologico della Tomba dei Medici.

La datazione di questi ritrovamenti risale ad almeno il 3000 a.C.

Del Massaggio del Piede, si trovano tracce anche in Cina e in India, così come tra le antiche civiltà dei nativi americani.

La teoria fondante delle Aree Riflesse del piede, è originata dagli studi sul Sistema Nervoso, secondo l’idea che questo colleghi dei punti specifici del corpo distanti tra loro, e si giunga quindi ad ottenere benefici su quelle zone distali dal piede, congiunte appunto dai nervi.

Così come esiste il Massaggio dei Piedi, esiste il Massaggio della Mano, e la Riflessologia del Viso.

Ciò permette di potenziare quel processo perennemente in atto nel corpo chiamato omeostasi, che regola il corpo, riordinando i parametri vitali costantemente (ormoni, liquidi ecc…).

In ciascuna scuola di Riflessologia possiamo trovare Mappe Riflessologiche con Punti Riflessi differenti.

Disagi Intestinali, cosa sono e cosa li causano

Intestino_Batteri
Microbiota_Intestinale

L’Intestino è un organo di fondamentale importanza nella salute del corpo.

Le ultime ricerche nella neurologia, hanno creato una nuova branca medica chiamato Neurogastroenterologia, che sta dimostrando il coinvolgimento dell’intestino nei processi cognitivi, consci e inconsci.

Inoltre anche la scoperta dell’importanza del Microbiota Intestinale sta risvegliando molto interesse per la prevenzione tramite la dieta, ma anche la guarigione di vere e proprie patologie.

Sembrerebbe che a una maggiore infiammazione dell’Intestino corrisponda una maggiore possibilità di sviluppare patologie, anche auto-immunitarie.

Quindi sembrerebbe che gli antichi taoisti cinesi che parlavano di tre cervelli, testa, cuore e pancia, avessero perfettamente ragione (ci sono ulteriori ricerche che hanno trovato neuroni nel cuore, e hanno scoperto il coinvolgimento anche di questo organo nei processi cognitivi).

In circostanze d’Infiammazione Intestinale il ragionamento diventa più difficoltoso, anche a causa del malassorbimento dei nutrienti che quindi non nutrono il sangue e il sistema nervoso, inficiando le funzionalità fisiologiche dell’intero corpo.

L’Infiammazione Intestinale si presenta come Stipsi, Dissenteria, Difficoltà di Evacuazione, Diarrea, Sindrome Colon Irritabile ecc… e sono diversi i fattori che possono infiammare l’intestino.

Prima di tutto l’Alimentazione, una materia molto complessa che non dovrebbe mai avere leggi assolute, perché bisogna sempre rispettare le esigenze dell’utenza senza mai obbligarla a fare cose che non vuole (anche perché poi abbandonerebbe la dieta).

Se è difficile seguire una dieta, anche piccoli consigli nutrizionali, come la tisana giusta, indicare gli orari giusti in cui mangiare o consigliare uno spuntino specifico, possono fare la differenza.

La cosa più importante rimane la capacità di assimilare i pensieri e convertirli in cose che ti sono utili, e scartare ciò che non è funzionale.

Assimilazione e Conversione è la funzione dell’Intestino Tenue, mentre Scambio ed Eliminazione è la funzione dell’Intestino Crasso.

Dalle funzioni che Masunaga (uno dei Maestri di Shiatsu più famosi al mondo) affida agli Intestini, si comprende subito l’importanza del pensiero in questi organi.

Masunaga ha tratto le sue teorie studiando moltissimo la Medicina Cinese, che associa all’Intestino Crasso uno dei cinque movimenti energetici dell’uomo, della natura e del cosmo in generale, il Metallo.

Esso corrisponde all’emozione della tristezza e ha a che fare con portare l’energia verso l’interno (pensiero).

Perciò la Medicina Olistica o Medicina Alternativa, sono un ottimo supporto per la cura e disintossicazione degli Intestini, sia metaforicamente che letteralmente.

Inoltre, sintomi come la Gastrite, possono essere causati anche da un processo fermentativo nell’Intestino, da cui risale il gas della fermentazione del cibo non assimilato, che danneggia le pareti gastriche, creando “Aria nello Stomaco”.

Il Meteorismo, la Stipsi, la Dissenteria o qualunque infiammazione del Colon, può procurare anche tensioni a livello muscolo scheletrico, in particolare in zona lombare.

Ciò avviene perché l’Intestino non è nella sua posizione corretta, e quindi o spinge o tira la fascia collegata alle vertebre o le vertebre stesse.

Anche le spalle e il collo, possono essere coinvolte in tensioni collegate all’Infiammazione del Colon, la Medicina Cinese fa percorrere i meridiani degli Intestini lungo le spalle.

Anche il collegamento tra i diaframmi nella respirazione (diaframma clavicolare, diaframmatico, pelvico), e il conseguente movimento fisiologico su e giù con le spalle durante la respirazione, può creare tensioni alle spalle, al collo e di conseguenza alla testa.

Infine Masunaga associa il lato esterno della gamba posteriore, alle sue Estensioni dei Meridiani della MTC (Medicina Tradizionale Cinese).

Il corpo è un sistema complesso di collegamenti, dove ogni tessuto, di qualunque tipo, nervoso, sanguigno, muscolo-tendineo, scheletrico, organico, connettivale è interconnesso, coinvolgendo così aree lontane dal disagio, che avverti come quello principale.

L’anatomia e la fisiologia, sono la dimostrazione di come il l’Infiammazione al Colon, non sia un disagio localizzato, ma sia il risultato di stress, cattive abitudini e traumi.

Si può investigare lo stato di salute del prorio intestino già dall’osservazione delle proprie feci.

Verdi indicherà eccessiva bile, feci a palline o frastagliate malassorbimento, liquide sia malassorbimento ma anche disfunzione epatica e pancreatica, puntini bianchi sali biliari o muco, gelatina muco, feci rosse sangue, feci gialle difficoltà a produrre la bile e quindi possibili calcoli biliari, feci nere alimentazione con troppo ferro (oppure in casi estremi cancro).

La Medicina Olistica o Medicina Alternativa, che prende in considerazione l’individuo e non la patologia, come la Riflessologia Plantare, sono sicure ed efficaci, e garantiscono la possibilità di migliorare non solo la problematica per cui si richiede aiuto, ma anche altri disturbi trasversali.

Può accadere che gli utenti si rivolgano a un Professionista delle Medicine Naturali per un fastidio specifico, e poi quel disturbo si risolve dopo che vengono risolti altri problemi.

Serve pazienza e costanza nelle cure della Medicina Olistica o Medicina Alternativa.

Mappe di Riflessologia per trattare la Stipsi, la Dissenteria o il Meteorismo

Riflessologia_Plantare_Punto_Riflesso_Intestini
Punto Riflesso dell’Intestino

L’Infiammazione del Colon può essere trattata in modi differenti nella Riflessologia, secondo l’insegnamento della scuola di appartenenza dell’operatore.

Ogni metodo offre un insegnamento differente, a seconda che la scuola sia orientale o occidentale, come quella che ho seguito io, l’On Zon Su.

In genere si tratta la zona dell’ Intestino, che sarebbe da subito sopra al tallone fino all’altezza dell’osso Cuboide.

A seconda dell’insegnamento ricevuto si utilizzerà il pollice col passo di verme (occidentale), seguendo proprio il percorso del Colon, così che prima si aiuti l’evacuazione, e poi trattando il Tenue.

Io utilizzo il metodo orientale (On Zon Su), dove si utilizza il pugno “Occhio di Fenice” per disegnare delle spirali su tutta l’area, per comprendere se in senso orario o antiorario va valutata attentamente la situazione dell’Intestino se ha bisogno di essere tonificato perché in deficit o va dispersa l’eneegia perché in eccesso.

L’On Zon Su offre anche altre tecniche per trattare l’Intestino, rendendolo uno dei metodi di riflessologia più efficaci in assoluto, in particolare utilizza la vibrazione della colonna vertebrale tramite delle battiture del piede, con o senza strumenti.

Il vantaggio del metodo On Zon Su, è che si può trattare la complessità della tua situazione utilizzando una vera valutazione energetica tipica della Medicina Cinese, più completa di una valutazione che si potrebbe fare nella Riflessologia Plantare Occidentale.

Inoltre l’On Zon Su fa un’associazione tra i sette pianeti dell’astrologia antica, chiamati “Settenario”, e le dita del piede, dove al centro dell’alluce detto “Dito Padre” troviamo il Sole e circostante ad esso ci sarà Giove.

Il secondo dito detto “Dito che cammina” sarà dedicato a Marte, il dito centrale è di Saturno.

Il cosiddetto “Dito Laterale” cioè il quarto dito è competenza di Venere, infine il quinto dito detto “Dito Figlia” si riferisce a Mercurio.

Ciascun pianeta/dito corrisponde a una Loggia Energetica (Elemento) e quindi ad una coppia di organi (l’Intestino nell’On Zon Su non è considerato Metallo bensì Terra e sarà legato a Saturno e al dito centrale).

È importante però trattare globalmente l’utente, lavorando certamente come prima cosa la testa , oltre alla schiena e agli organi emuntori principali cioè Reni/Surreni e Fegato.

Infine ci si occuperà di tutti gli altri organi o parti muscolo-scheletriche, che in fase di valutazione sono state notate essere coinvolte nel sistema di disfunzioni del ricevente.

La Riflessologia Plantare, i benefici per l’Intestino, e quando è utile usarla

Il Massaggio Plantare può essere molto efficace per alleviare le sofferenze della Infiammazione Intestinale, ma va sempre fatto un trattamento che coinvolga tutto il corpo, oltre al Colon.

Focalizzarsi solamente sull’Intestino è poco efficace (a meno che l’Intestino sia realmente la causa scatenante di parecchie disfunzioni del ricevente), perché come abbiamo visto prima la sua importanza è enorme ma abbiamo anche visto che il corpo è un sistema di collegamenti complesso.

Quindi bisognerà indagare le concause dell’Infiammazione al Colon, che può essere per l’appunto uno dei diversi organi dell’apparato digerente, ma anche i Polmoni, i Reni o il Sistema Circolatorio.

A sua volta può provocare disfunzioni posturali, tra cui Lordosi Lombare, Rotazione del Bacino o una possibile infiammazione dei Nervi Cranici ecc…

Il Vago e il Frenico risalgono fino al collo e giungono al Cranio, da cui partono gli impulsi nervosi che arrivano al Plesso Solare.

Se infiammati questi due nervi, possono provocare Emicranie, e Torcicollo.

Si comincerà sempre con un lavoro generico che prenda in considerazione gli organi emuntori principali (tra cui certamente gli Intestini, ma anche Fegato e Reni, oltre ai Surreni), e poi Schiena e Testa.

Questo approccio permette di lavorare sui molti fattori scatenanti, che causano la Stipsi, Dissenteria o altro, dall’aspetto emozionale, a quello viscerale, a quello muscolo scheletrico oltre che quello energetico.

Difatti in questo modo si lavorano sia  le aree riflesse dei muscoli, articolazioni, ossa e organi, sia i centri energetici come i Chakra o i Nove Palazzi, ma anche i Meridiani della Medicina Cinese, facendo tornare l’equilibrio psicofisico che si rifletterà su gli aspetti ormonali, neurologici, motori, cognitivi dell’utente.